TERZIERE PORTA FIORENTINA

logoportafiorentina.jpg

Il Terziere di Porta Fiorentina ebbe origine nel XIII secolo quando Castiglioni, allora detto Aretino,era un forte castello in mano all'Impero e in cui soggiornavano spesso alti funzionari imperiali con giurisdizione in questo territorio.
Il forte afflusso di persone dal Contado determinò l'esigenza di una nuova cinta muraria,concentrica alla prima (limitata all'attuale Cassero) che racchiudesse le nuove abitazioni, e il suo successivo ampliamento (tra il 1257 e il 1267) interessò la parte settentrionale del paese e vide la costruzione di una porta urbana che venne chiamata Porta del Borgo del Mercato, poi Porta Santa Maria (sotto il dominio perugino), l'attuale Porta Fiorentina.
Dai documenti trecenteschi si possono definire i confini del Terziere e le famiglie nobili residenti dei Pucci, Gaci, Guelfi, Cecchi, Neri, Guidarelli, Giuntarini, Acquisti, Paglicci Reattelli, Onesti.


Il Terziere di Porta Fiorentina riprende vita nel 1977 quando, dopo un lungo periodo di silenzio, si torna a correre il Palio dei Rioni in occasione della festa della Madonna delle Grazie, a cui è dedicato.
La "corsa dei cavalli in tondo" è preceduta da una sfilata che rievoca uno spaccato del 1400; i costumi si presentano come voleva la "moda" quattrocentesca, ricchi nei materiali e sobri nelle fogge e sono stati ispirati e a volte riprodotti fedelmente da opere di Piero della Francesca, di Masolino da Panicale e all'opera di Santa Maria della Scala di Siena.

Il Terziere, tenendo conto delle radici storiche della città, decise di indirizzare l'esibizione dei propri figuranti al "gioco della bandiera", rievocando così gli antichi combattimenti medievali.

Intorno agli anni ottanta venne costituito il gruppo storico IL CASTULONE che si esibì non soltanto in occasione del Palio ma anche in prestigiose piazze italiane.

Grazie all'impegno costante di molte persone, oggi il Terziere di Porta Fiorentina può fare affidamento su un consistente gruppo storico che con dame, cavalieri, musici e sbandieratori è in grado di offrire uno spettacolo straordinario in qualsiasi piazza.


La quarta domenica di Maggio, nel Chiostro della Chiesa di San Francesco, si celebra il "Battesimo di Contrada" un momento storico di forte emotività che rievoca gli antichi riti cavallereschi. Con questo atto i contradaioli segnano il loro legame di appartenenza al Terziere. Il cerimoniale storico è presieduto dal Priore che, in questa occasione, cede il comando del Rione al Capitano che si impegna a guidarlo fino alla disputa del Palio.

Il sabato precedente la cerimonia del Battesimo si svolge il Banchetto Medievale.

Nella magica cornice del Chiostro di San Francesco, allestito con cura nei minimi particolari per permettere ai commensali di immergersi nell'antica atmosfera medievale, nei tavoli con candele, erbe aromatiche e bacinelle con acqua profumata di petali di rosa, vengono servite pietanze molto ricercate, dai sapori agrodolci e speziati, tipiche del Basso Medioevo.


Il Terziere, durante tutto l'anno lavora alacremente per il buon esito del Palio dei Rioni.
La domenica del Palio, già dalle prime ore della mattina, tutto il Terziere è in fermento per la benedizione dei cavalli e la consegna dei ceri alla Madonna delle Grazie.

Il Rione di Porta Fiorentina vanta il primato di vincita di tredici Palii, gli ultimi due negli anni 2011 e 2012 e sfoggia inoltre con orgoglio, la vittoria della Gara Musici e Sbandieratori 2012, con la vincita delle specialità di Singolo, Coppia e Grande Squadra.


Scatti da Instagram

Gli ultimi eventi a Castiglion Fiorentino

Iscriviti alla newsletter