Castiglin Fiorentino

stemmaCF.pnggonfaloneCF.png

Stato   bandieraitaliaItalia
Regione  

logotoscana Toscana

Provincia  

logoprovarezzo Arezzo

Sindaco   Mario Agnelli (Libera Castiglioni - Lista Civica) dal 26 maggio 2014
     
Coordinate   43°20′38″N 11°55′8″E 
Altitudine   342 m s.l.m.
Superfice   113,19 km²
Abitanti   13.630 (31-12-2010)
Densità   120,42 ab./km²
     
Cod. postale   52043
Prefisso   0575
Fuso orario   UTC+1
Codice ISTAT   051012
Codice catastale   C319
Targa   Ar
Classe sismica   zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti   castiglionesi
Patrono   San Michele
celebrato il   8 Maggio

 

Già a partire dal VI secolo a.C., in epoca etrusca, si era sviluppato un nucleo abitato castiglionese, sulla sommità del colle, crocevia fondamentale tra le due Lucumonie di Arezzo e Cortona.

Gli scavi archeologici testimoniano le indiscutibili origini etrusche, oltre che per i numerosi reperti rinvenuti nel territorio castiglionese, tra i più conosciuti il "Deposito di Brolio" anche per le eccezionali scoperte nell'area del Cassero dove oltre alla Cinta Muraria e alla Porta Etrusca è stata ritrovata la struttura di un Tempio che faceva parte di una ben più vasta Acropoli che occupava la sommità del colle.

Nel Museo Archeologico, all'interno del Palazzo Pretorio, sono conservati reperti bronzei e di terracotta di epoca etrusca, romana e medioevale.

E nel Medioevo "Castiglione" fu sottomesso ad Arezzo, a Firenze e a Perugia e dal 1384 la città passò definitivamente a Firenze e denominata "Castiglion Fiorentino".

Al governo Mediceo seguì quello del Granducato di Lorena e fu Pietro Leopoldo (1774) che affidò a Fossombroni l'incarico della bonifica della Valdichiana e ordinò una riorganizzazione amministrativa del Granducato , in seguito alla quale al comune di Castiglion Fiorentino furono annessi Montecchio Vesponi, Mammi e la Montanina.

Del Castello di Mammi (XII sec.), dimora della nobile famiglia dei Lambardi, restano rovine nella omonima località. Del Castello della Montanina (XI sec.), antica roccaforte dei Tarlati di Arezzo, distrutto e mai ricostruito, rimangono pochi resti sull'omonima montagna a est di Castiglion Fiorentino.

Il Castello di Montecchio, residenza fin dal 1384 del condottiero Giovanni Acuto (John Hawkwood) restaurato e perfettamente conservato presenta una cinta muraria merlata, con una torre di 30 metri, al cui interno svetta il "mastio" attualmente residenza privata della proprietaria.

Nel 2007 Castiglion Fiorentino è stata premiata dal Touring Club Italiano come Bandiera Arancione, per la ricchezza di opere e di luoghi d'arte, per il patrimonio storico, ambientale e naturalistico, per un territorio che snodandosi dalla Val di Chiana alla Val di Chio "anfiteatro naturale alle pendici dell'Appennino", offre percorsi, scorci e paesaggi ricchi di antichi e caratteristici borghi.

 


Scatti da Instagram

Gli ultimi eventi a Castiglion Fiorentino

Iscriviti alla newsletter