Stagione Teatrale

Dal 11.10.2017 al 10.03.2018 - Teatro Comunale Mario Spina - Castiglion Fiorentino

A Castiglion Fiorentino presentata la stagione firmata dall’amministrazione comunale insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Officine della Cultura
La maestria di Ottavia Piccolo, la poesia di Paolo Benvegnù, l’ironia di Marco D’Amore, l’occhiolino di Ugo Dighero, l’umorismo toscano di Katia Beni e Anna Meacci. Il Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino apre ai protagonisti della prossima stagione teatrale con un invito in Val di Chiana che è un omaggio alla cultura e al dialogo.
 
Dopo la pausa estiva e due stagioni da sold out è stata presentata questa mattina la stagione teatrale 2017/18 del “teatro abitato” di Castiglion Fiorentino che torna dunque in piena attività rinnovando la collaborazione tra il Comune, la Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Officine della Cultura, anima e responsabile del salotto culturale dei castiglionesi.
«L’omaggio a Mario Spina, un grande artista della nostra città, era una scommessa che nel 2015 voleva indicare la strada al nostro teatro nei termini di appartenenza alla comunità e allo stesso tempo apertura all’arte, all’invenzione e al coraggio di un confronto sui temi del contemporaneo. Dopo due stagioni siamo lieti di poter affermare: la stiamo percorrendo!». Parole di Massimiliano Lachi, Assessore alla Cultura del Comune di Castiglion Fiorentino, ispiratore di un dibattito sempre aperto a fianco di due partner d’eccellenza nella proposta culturale regionale e nazionale: Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Officine della Cultura. Parole rilanciate da Patrizia Coletta, direttore di Fondazione Toscana Spettacolo onlus: «La stagione del Teatro Comunale Mario Spina è un'esperienza culturale a tutto campo, fabbrica di idee per un pubblico curioso e appassionato. In continuità con le linee guida degli ultimi anni, l’offerta della nuova stagione è sempre più ampia e propone occasioni di incontro e di riflessione condivisi, perché a Castiglion Fiorentino il teatro non si esaurisce sul palcoscenico, ma si compone di tanti momenti, di tante opportunità per un unico importante cartellone diffuso». Percorso condiviso anche dalla direzione artistica della stagione, Alessandro Benvenuti e Luca Baldini per Officine della Cultura: «Crediamo che il sorriso non sia solo un atto muscolare, ma una vera e propria scintilla positiva della mente. Ed è solo quando la mente scintilla che il mondo intorno a noi inizia a cambiare!».
 
Avvio della stagione mercoledì 11 ottobre con la co-produzione, in prima nazionale, firmata da Teatro Stabile dell’Umbria e Officine della Cultura Occident Express (Haifa è nata per star ferma). Nato dalla penna di Stefano Massini, punta di diamante della generazione dei giovani drammaturghi italiani, Occident Express porterà sul palcoscenico del Mario Spina Ottavia Piccolo accompagnata da un’eccellenza musicale del territorio, l’Orchestra Multietnica di Arezzo, in una sezione scelta di musicisti diretti da Enrico Fink, curatore delle musiche. Disegno luci di Alfredo Piras. La nuova produzione, che segna l’inizio di una lunga tournée invernale, partirà proprio dagli spazi del teatro castiglionese, a partire dal 12 settembre, tra il palcoscenico e la bella foresteria, realtà unica nel suo genere in grado di ospitare un’intera compagnia di artisti.
Foresteria e palcoscenico di nuovo protagonisti nell’appuntamento di sabato 18 novembreH3+, ancora una prima nazionale, l’originale percorso tra teatro e musica d’autore con Paolo Benvegnù, Luca Ronga, Luca Roccia Baldini, Andrea Franchi, Marco Lazzeri e Ciro Fiorucci. Officine della Cultura, che produce l’evento, sperimenterà sul palcoscenico di casa il proprio talento per la contaminazione tra i generi dello spettacolo, questa volta grazie alla voce e al talento di un cantautore poeta del contemporaneo. Tecnico del suono Michele Pazzaglia. Scenografie Lucia Baricci. Luci e regia Luca Roccia Baldini e Luca Ronga.
Ultimo appuntamento per il 2017, giovedì 14 dicembre, con Marco D’Amore in American Buffalo di David Mamet (adattamento Maurizio de Giovanni). Una produzione Teatro Eliseo, regia di Marco D’Amore, con Tonino Taiuti e Vincenzo Nemolato.
Gli eventi del 2018. Venerdì 19 gennaio Mistero Buffo di Dario Fo con Ugo Dighero (produzione Teatro dell’Archivolto). Venerdì 9 febbraio Sotterraneo e Associazione Teatrale Pistoiese porteranno in scena Il giro del mondo in 80 giorni - Storygame fra Jules Verne e Sotterraneo con Sara Bonaventura, Claudio Cirri e Mattia Tuliozi; adattamento Daniele Villa, concept e regia Sotterraneo. Venerdì 23 febbraio, appuntamento con il duo Katia Beni e Anna Meacci in Non c’è duo senza te di Katia Beni, Anna Meacci e Alberto Severi (produzione Teatri d’Imbarco). Finale di stagione, sabato 10 marzo, con Virginia Billi, Giorgia Calandrini, Rosario Campisi, Francesco Franzosi, Alba Grigatti in 8 sfumature di Giulietta, regia Riccardo Rombi, luci Laura De Bernardis, scene Beatrice Ficalbi, assistente alla regia Ulpia Popa, progetto video Andrea Santese, produzione Catalyst.
Confermati gli incontri con i protagonisti della stagione nel pre-spettacolo, secondo l’idea di un teatro sempre aperto e senza confini, che invita il pubblico a “Non staccare la spina”. Occasioni di confronto e racconto, nella storica cornice del bar del teatro, applauditi da un pubblico di appassionati e disponibili alla rivisitazione, e rilettura, nel canale YouTube di Officine della Cultura.
 
La stagione 2017/18 si rinnova a cura di Officine della Cultura anche con la stagione bis del Mario Spina, per un teatro abitato di vita e spettacolo. Primo appuntamento venerdì 27 ottobre con la rinnovata collaborazione con Sos Cabaret in Tour e il duo comico Noidellescarpediverse. In scena Alan Bigiarini, Samuele Boncompagni e l’ospite speciale Sergio GiuffridaVenerdì 22 dicembre appuntamento con il Festival più amato dell’inverno: il Toscana Gospel Festival con protagoniste le corali gospel più prestigiose degli Stati Uniti con il patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze. Domenica 14 gennaio di scena La signora Pirandella, drammaturgia e presenza in scena originale di Alessandra Bedino per la regia di Paolo Diribo e Marco Toloni. Venerdì 2 febbraio Annunziata della Nancy della compagnia Nata, di e con Riccardo Goretti, luci di Pasquale Scalzi. Domenica 5 marzo conclusione con Avesta, elaborazione di un gruppo di giovani interpreti nata in residenza nello stesso Mario Spina per la regia di Giulia Odetto e la drammaturgia di Elvira Scorza. Sul palcoscenico Noemi Apuzzo, Alfonso Genova, Noemi Grasso, Maria Lombardo, Riccardo Micheletti, Pierpaolo Preziuso.
Ulteriori appuntamenti per i più piccoli per la stagione 2017/18 i “Pomeriggi a teatro” del Mario Spina con inizio alle ore 17:30. Domenica 26 novembre apertura con un’eccellenza locale: Aldilà del violino, conferenza spettacolare sulla liuteria e la morte da un’idea di Matteo Fantoni. Testi di Sara Venuti. Scenografia e luci Federico Calzini; produzione Teatro Insonne. Domenica 3 dicembre Piccolo - Avventure di tre burattini un attore e oggetti vari, testo e regia di Gino Balestrino, burattinaio Luca Ronga, musiche composte Andrea Mazzacavallo, scene di Eva Sgrò, burattini di Brina Babini, luci-ombre Anusc Castiglioni. Ancora un confronto con la produzione artistica realizzata in residenza artistica Rete teatrale Aretina (Officine della Cultura - Nata).
Dedicati non solo ai più piccoli ma anche gli adulti, con un percorso destinato ai giovani dai 18 ai 25 anni, i corsi di teatro a cura di Officine della Cultura e Libera Accademia del Teatro con inizio dal mese di ottobre 2017.
 
Per abbonamenti e biglietti della stagione ufficiale e della stagione bis del Teatro Comunale Mario Spina non cambiano luoghi, date e orari. I vecchi abbonati potranno rinnovare il loro abbonamento dal 18 al 22 settembre, mentre i giorni dal 25 al 29 settembre saranno utili per l’acquisto di nuovi abbonamenti. Appuntamento a Castiglion Fiorentino dalle ore 16:30 alle ore 19:00 presso il Teatro Comunale Mario Spina.
 
Prezzi abbonamenti della stagione ufficiale: platea, palco I ord. € 110, € 100 rid.; palco II ord. € 90, € 80 rid.; palco III ord. € 70, € 60 rid. Prezzi biglietti: platea, palco I ord. € 20, € 18 rid.; palco II ord. € 16 € 14 rid.; palco III ord. € 12 € 10 rid.; € 6 studenti under 25. Riduzioni previste per studenti under 25 e per gli over 65.
Prezzi abbonamenti della stagione bis: platea, palco I e II ord. € 50; palco III ord. € 35. Prezzi biglietti: platea/palchi I e II ordine € 13 e € 11 rid.; palchi III ordine € 10 e € 8 rid.; € 6 studenti under 25. Riduzioni previste per studenti under 25, over 65, abbonati agli altri teatri della rete Teatrale Aretina.
Informazioni sulla prevendita: a Castiglion Fiorentino presso Pro Loco, P.zza Risorgimento, dal 3 ottobre il martedì 9:30-12 e il giovedì 16:30-18; il giorno di spettacolo 9:30-120; ad Arezzo presso Officine della Cultura in via Trasimeno, 16, tel. 0575 27961, con orario 9:30-13, 15:30-18; e presso Rete Teatrale Aretina in via Bicchieraia, 34, tel. 0575 1824380, con orario martedì e giovedì pomeriggio 16-19; circuito Boxoffice Toscana: www.boxofficetoscana.it; online: www.boxol.it. Biglietteria: il giorno di spettacolo dalle ore 19 presso il teatro.
Ulteriori informazioni e approfondimenti presso i numeri di Officine della Cultura 0575 27961 e 338 8431111 - www.officinedellacultura.org - www.fondazionetoscanaspettacolo.it.


Scatti da Instagram

Gli ultimi eventi a Castiglion Fiorentino

Iscriviti alla newsletter